mercoledì 13 febbraio 2008

Perche’ (non) voto Hillary Clinton

E' ormai un incubo, pure con la mamma al telefono dopo gli usuali pettegolezzi, aggiornamenti, comunicazioni di servizio - il colesterolo e' perfetto, affanculo la dieta (mia), parlo delle elezioni americane. E allora:

voterei Hillary perche':

Anche se sono abbastanza contraria alla versione brutale e semplificata dell’Identity Politics per cui se sei donna voti una donna, se sei afroamericano/a voti un afroamericano/a, mi secca che Hillary sia attaccata brutalmente soprattutto e spesso solamente perche’ e’ una donna. Qui un interessante articolo di Stanley Fisher sul NY e guardate – e vi voglio basiti/e - questo video (sotto) segnalato da feministing.com, e poi trovatemi un esempio di qualcuno che, che so, chiede a Obama se e’ vero che era lo st*llone della sua classe in tutta tranquillita'.



Dunque, finche’ stiamo messe cosi’, e viviamo in una societa’ in cui e’ normale che ti insultino solo perche’ sarai anche una scassamarroni, ma sei capace ed intelligente ed osi essere ambiziosa, io tra un uomo e una donna, a parita’ di schieramento politico, scelgo una donna.

Immagino siate sollevati, ora che sapete come la penso.

7 commenti:

  1. BMV-Pedrita6:03 AM GMT-5

    Questo articolo della Aspesi s'intitola "Il ritorno del maschio".

    Credo possa interessarti, casomai ti venisse la nostalgia dell'Italia.
    Leggilo e ti passerà subito.

    http://www.repubblica.it/2008/02/sezioni/cronaca/napoli-aborto/commento-aspesi/commento-aspesi.html

    RispondiElimina
  2. Pedrita, grazie per l'articolo. Ieri ho letto di Napoli e per un attimo mi sono augurata che fosse una super esagerazione dei giornalisti. Nessuna nostalgia.

    RispondiElimina
  3. BMV -Pedrita9:09 AM GMT-5

    Esagerazione? Ma su dai :(

    In fondo la polizia è entrata in ospedale e ha sottoposto ad interrogatorio una donna ANCORA RINTONTITA DALL'ANESTESIA e che aveva appena abortito nelle seguenti condizioni:

    1) 39 anni, primo desideratissimo figlio
    2) il quale figlio era affetto da un'alterazione cromosomica che l'avrebbe reso fisicamente menomato e mentalmente ritardato
    3) lei era da sola, non ha un compagno
    4) la polizia ha interrogato lei, la sua compagna di stanza (che era in ospedale perchè sta portando avanti una gravidanza a rischio, chissà come l'avrà aiutata lo spavento che si è presa, ah sì sì) e poi ha confiscato "il corpo del reato".

    Qui siamo ai pazzi. Completamente.

    Ferrara ha dichiarato - credo provocatoriamente - che farà il test genetico per vedere se anche lui ha la stessa sindrome del bambino della donna napoletana.

    DE-LI-RIO puro. :((

    RispondiElimina
  4. http://www.flickr.com/photos/seanbonner/2237119567/sizes/o/

    RispondiElimina
  5. Planner, gia' lo so. E infatti Obama mi piace di piu'. ma resto sulla mia posizione.

    RispondiElimina
  6. BMV-Pedrita5:35 AM GMT-5

    A me invece Obama non piace per gli stessi motivi per cui piace a tutti: la sua retorica.

    Sìsì, trascina le folle ok. Però non è assolutamente preparato ad essere presidente degli USA e non ha l'esperienza necessaria.
    Sul piano per la salute pubblice è molto più molle e vago della Clinton.

    Last but no least: vi garantisco che, alla fine, la Clinton contro un repubblicano avrebbe molta più probabilità di vincere.
    Perchè i repubblicani un negro non lo voteranno, mai, siatene certi.

    RispondiElimina
  7. Pedrita, secondo alcune proiezioni la Clinton non vince contro un repubblicano, mentre Obama si.
    Il discorso per molti e':"Meglio votare un uomo - seppur nero - che una donna".
    Comunque sia, parlando con i miei studenti, mi dicevano che Obama attira i giovani, che hanno voglia di vedere una classe politica che parli di ideali e che li ispiri. Obama e' giovane, e magari non ha esperienza, ma credo sappia circondarsi di gente capace, non e' che uno governi da solo. L'ideale sarebbe che Obama facesse da vice alla Clinton, e' abbastanza giovane da poter correre poi di nuovo, e con piu' esperienza.

    RispondiElimina